Home - Servizi - Danni da malasanità 

Si parla di malasanità ogniqualvolta un trattamento clinico (ricovero ospedaliero, operazione ecc.) sia stato realizzato con negligenza, imperizia, colpa, mancanza di conoscenze e di abilità; ciò fa sorgere nel soggetto "beneficiario delle prestazioni" il diritto a richiedere il risarcimento dei danni subiti.
Il paziente deve dimostrare che il danno deriva direttamante dall'operato del medico, mentre la struttura sanitaria ed il medico hanno l'onere di fornire la prova contraria; questi ultimi devono, cioè, provare che il protocollo sanitario seguìto non ha aggravato le condizioni del paziente e/o non ha fatto insorgere una patologia nuova.
Ai danni da malasanità sono ascrivibili non solo le mancate o erronee diagnosi, le cure o interventi eseguiti non a regola d'arte, ma anche l'inadeguatezza dei servizi (condizioni igieniche, attrezzature usurate, indisponibilità del personale medico e paramedico).

 



Richiedi subito informazioni